L’ecologia perduta dei Barbapapà

mappamondo.jpg

Sono stupita di quanto i Barbapapà abbiano attirato l’attenzione di mia figlia.

Come molte mamme, ho iniziato a guardarli in sordina, tra una faccenda e l’altra.

Ho notato che durante gli episodi questi simpatici personaggi degli anni settanta si impegnano attivamente nella difesa dell’ambiente: salvano le balene, ostacolano le azioni di caccia, ripuliscono la natura. Hanno una casa che ospita tutti gli animali scappati dagli zoo o minacciati dall’inquinamento.

Mi sono accorta con rammarico che i cartoni di oggi, nella loro esaltazione smisurata del quotidiano dei loro protagonisti, non riescono a divertire il bambino all’interno di una cornice ecologica educativa semplice, come fanno i Barbapapà degli anni ’70.

Forse la salvaguardia dell’ambiente è considerata una faccenda impegnativa, noiosa, che non riesce ad entusiasmare, dunque esclusa dai programmi di intrattenimento per i più piccoli, televisivi e non.

I bambini saranno chiamati a “difendere l’ambiente” a scuola, quando pianteranno alberi durante le apposite giornate organizzate, porteranno le posate e i piatti di porcellana nella mensa scolastica, faranno la raccolta differenziata e tante altre azioni che ben vengano pure!

Divertimento e tutela della natura possono andare di pari passo?

Quando potrebbe iniziare il coinvolgimento del bambino nella salvaguardia dell’ambiente? Dalla nascita, dalla scuola o ancora meglio…dalle abitudini dei genitori ben prima di concepirlo?

Non si tratta di “forzare i tempi”, ma di integrare già dalla prima infanzia buone pratiche ambientali che possono entrare nel bagaglio del bambino e dei suoi genitori. Daniel Goleman ha messo in risalto l’importanza di coltivare una “intelligenza ecologica” che-ahimè- non è presente nel nostro patrimonio evolutivo naturale.

Che la salvaguardia dell’ambiente possa diventare la nostra prossima sfida evolutiva, perché no, a partire dai cartoni animati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...