Persefone, la Fanciulla

devushka-kon-pole-maki.jpg

PERSEFONE rientra nel gruppo delle Dee vulnerabili. Conosciuta anche come Kore-fanciulla, come regina degli Inferi, o “fanciulla chicco di grano”, Persefone incarna il ruolo di Figlia.

E’ una figura centrale nei Misteri Eleusini, che partono dal suo rapimento per mano di Ade, Dio degli Inferi.

L’archetipo Persefone si lascia agire dagli altri, è accondiscendente, ha un atteggiamento passivo, il suo bisogno è quello di essere dipendente.

La donna in cui è attivo questo archetipo è l’eterna adolescente che non sa chi è, indecisa su quello che vuole fare da grande, aspetta che qualcosa o qualcuno arrivi per cambiarle la vita, ogni cosa che fa sembra che non la faccia sul serio. La donna Persefone è troppo legata alla madre per sviluppare un sé indipendente. È la bambina della mamma, che la tratta come fosse un’estensione di sé, ostacolando la formazione di una identità separata. Vive in una prigione dorata, protetta da ogni rischio. Nella fiaba troviamo l’archetipo Persefone nella Bella Addormentata e in Cenerentola. É l’uomo che sceglie per lei, lei lo segue, si fa convincere, diventando una moglie riluttante, impegnata nel rapporto ma con riserve mentali. La donna Persefone è camaleontica, indossa qualsiasi modello gli altri si aspettano da lei, si conforma sempre a quello che un uomo vuole da lei. Sembra più giovane o conserva in sé qualcosa di fanciullesco. Si piega alle circostanze, adattandosi a quello che succede. Riesce in un lavoro dove ha un capo, direttive precise, non deve prendere l’iniziativa o essere leader. È una donna bambina ignara delle proprie attrattive sessuali.

Maturando esperienza, la fanciulla Persefone diventa guida degli inferi, sa muoversi tra il mondo oggettivo e quello psichico e fa da guida agli altri. È la primavera nella vita delle donne, simboleggia giovinezza, rinascita, vitalità, nuove possibilità di crescere. Come archetipo può attivarsi dopo momenti difficili.

L’archetipo Persefone ci insegna a coltivare la ricettività, aspettare che la situazione si modifichi o che le idee si schiariscano prima di agire. Questo archetipo ci dona la capacità di aprirci ed essere flessibili. Ci insegna ad accettare i momenti di pausa improduttiva come una tregua e non come una colpa. Ci predispone alle capacità sensitive, alle esperienze spirituali, al contatto con il divino, all’estasi, alla percezione extrasensoriale. Per quanto riguarda i limiti dell’archetipo Persefone, la donna si sforza di essere giovane a tutti i costi, la sua condiscendenza la rende succube degli altri, manca di iniziativa, spesso è disorientata, non sceglie perché ha paura di perdersi le alternative. La donna Persefone deve imparare a rispettare gli impegni e portarli a termine anche quando l’entusiasmo iniziale passa, a superare le sue debolezze come menzogna, manipolazione e narcisismo, cercando di ottenere quello che vuole in modo indiretto. Tende alla malattia psichica come la depressione o la psicosi. Da prigioniera di Ade può diventare una compagna consapevole di se stessa e della propria sensualità.

Siete curiose di esplorare quali Dee abitano in Voi?

Vi propongo il percorso da me ideato “Il Risveglio dei Sette Doni”.

Potete contattarmi lasciando un messaggio nel modulo qui sotto. Grazie per l’attenzione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...