Sull’impermanenza e oltre.

 

imperm

Sono settimane difficili.

I mass media ci bombardano di notizie terribili, attentati, colpi di stato, femminicidi ed episodi giornalieri di razzismo, sfociando spesso nella informazione tossica, quella a cui piace schierarsi dalla parte dei potenti e decretare chi sono i colpevoli e chi sono le vittime.

Sono settimane di incendi che hanno distrutto ettari di macchia mediterranea, aziende, campi, ucciso animali, ferito gli uomini e rimesso in discussione il concetto stesso di patrimonio ambientale come bene comune. Bene per chi? Perché alcuni scelgono di distruggere?

Mi vengono in mente i monaci buddisti che spendono giornate intere a costruire bellissimi mandala di sabbia. Quando il loro lavoro è terminato, li distruggono e celebrano questo evento, perché tutte le cose terrene sono mortali, sono impermanenti.

Forse abbiamo perduto la capacità di osservare che in natura tutto viene creato e distrutto, tutto nasce e muore, compresi noi esseri umani. Nella nostra ipertecnologica società, la morte è un tabù. Lo sanno bene i giornalisti che la sparano al telegiornale nelle forme più drammatiche  mentre stiamo seduti a tavola: uno spettacolo che ci sconvolge e ci rende assuefatti, ipersensibilizzati e inermi. Oppure portati a reagire con altra violenza, in un circolo schizofrenico di episodi che sembrano ricalcarsi l’uno con l’altro. A scuola non ci insegnano l’impermanenza, così alcuni ne sentono così forte il richiamo da generare distruzione da sé e godere della loro potenza.

Davanti a questa ondata di morte ricordiamo l’antica lezione dei cicli della natura, che ci insegnano che nulla muore definitivamente, ma rinasce sotto nuove forme.

L’energia non si disperde mai.

download

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Sull’impermanenza e oltre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...