Il torrente di montagna

IMG_3891.JPG

Ieri sono tornata nel bosco, ormai ci vado sempre più spesso. Prima cercavo la giustificazione di “cercare erbe”, ora ci vado e basta, mi fa stare bene. Il caldo della pianura ti soffoca, il vento costante della collina asciuga il respiro. Nel bosco invece c’è una brezza fresca che ritempra l’anima. Finalmente ieri sono scesa al torrente di montagna quasi asciutto visto l’annata di grave siccità. La terra gonfia di acqua e di vegetazione mi ha inondato con il suo soffio freddo. L’acqua era gelida. Ho pensato che se fossi rimasta appesa alle aspettative altrui non avrei potuto sperimentare questa simbiosi sacra. Se avessi continuato a camminare nelle strade tracciate dagli altri, quelli che dicono di sapere cosa è meglio per te, non avrei mai conosciuto per caso quel sentiero che porta al torrente. Sarei rimasta impigliata a camminare nelle paludi altrui, dove l’autenticità sarebbe affogata nelle sabbie mobili del conformismo.

Nel frattempo, seduta sulla riva del torrente, la cicuta mi guardava attenta, lei che di veleni è maestra, non conosce il vero veleno delle nostre relazioni: le aspettative.

Con questo pensiero in testa, ho raccolto un po’ di acqua tra le mani, e mi sono lavata la faccia. Benvenuto Giugno, che profumi di estate.

Annunci

2 pensieri riguardo “Il torrente di montagna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...