Quest’anno cosa ti regalo?

E ci risiamo. Ogni anno promettiamo di pensarci prima, di spendere di meno, di non cedere alla tentazione dell’acquisto di oggetti inutili. Ogni anno queste promesse vengono puntualmente tradite. La corsa dell’ultimo minuto in una anonima cattedrale del consumo, le frasi tipiche come “un pensierino glielo devo pur prendere” o “questo te lo regalo perché…

Che fine ha fatto dirsi “Addio”

Qualcuno mi ha tirato le orecchie perché non ho parlato di Halloween-Samhain, la mia festa pagana preferita, importantissima data della ruota dell’anno. Recupero ora (almeno spero). Oggi parlerò della difficoltà di dire “addio” in una società dominata dagli “Arrivederci”. Arrivederci falsi e ipocriti, saluti provvisori di chi non vuole chiudere per sempre una porta, per…

Suore streghe vibrazioni e preghiere

Una volta ho conosciuto una suora. Una donna di media età, diciamo, non una ragazzina ma nemmeno una vecchia, aveva quell’età di mezzo indefinibile che tutti i religiosi possiedono. Era una tipetta sempre vispa e indaffarata a mantenere attivo il suo oratorio, a organizzare la pesca di beneficenza, a cantare nelle case di riposo e…

Dove si nascondono gli animali feriti.

Al buio. In silenzio. In un angolo. Feriti, spezzati. La fiducia nel mondo tradita, la spensieratezza distrutta. Vogliono rimanere soli, a leccarsi la ferita fino a quando non sanguina più, fino a quando non fa più male. Soli in un angolino buio, a piangere senza essere sentiti, commiserati, incompresi, a volte perfino rimproverati per l’illegittimità…

Voce del verbo “odiare”

Questa è una storia che non mi piace raccontare perché è molto personale e mi fa ancora male ma la racconto comunque e ve lo spiego alla fine. Tanti anni fa mia sorella lavorava in un call center in un paese non distante dal mio, in cui conoscersi tutti, almeno per nome o cerchio di…

Waldeinsamkeit. Soli nella Foresta

Waldeinsamkeit è una parola tedesca che non può essere tradotta in nessun’altra lingua. Significa sentirsi da soli in mezzo ai boschi. E’ la sensazione che ti assale quando cammini da solo tra il fitto degli alberi. Si avvicina la festa del raccolto e se dovessi usare una parola per riassumere questo denso periodo di lavoro…

Le fiabe che non ti racconterò

Quella del principe azzurro che viene a salvarti non te la racconterò. Ti salverai da sola mille volte, figlia mia. Nemmeno quella del ranocchio che con un bacio si trasforma in principe, perché penserai forse che è facile cambiare chi non vuole farlo. La fiaba del gentile cavaliere che si nasconde sotto il volto di…

Il sapore delle cose

Quest’anno ho assaggiato le ciliegie più buone del mondo ed è stata la mia rovina. Ogni singola ciliegia che ho mangiato dopo non era mai così saporita, così bella, così dolce come quelle. Aver conosciuto un sapore cosi piacevole mi ha rovinato tutti gli altri. Quelle ciliegie sono diventate un termine di paragone per valutare…

L’imperfezione

    C’è sempre qualcosa che non va, qualcosa da correggere, qualcosa da sistemare. La gramigna che ricresce, una pianta che soffre, quel lavoro che si rimanda da mesi, la perenne sensazione come genitori di non fare mai abbastanza. Appena raggiunto un traguardo, non si fa in tempo a goderne che nuove urgenze subito pretendono…

Il torrente di montagna

Ieri sono tornata nel bosco, ormai ci vado sempre più spesso. Prima cercavo la giustificazione di “cercare erbe”, ora ci vado e basta, mi fa stare bene. Il caldo della pianura ti soffoca, il vento costante della collina asciuga il respiro. Nel bosco invece c’è una brezza fresca che ritempra l’anima. Finalmente ieri sono scesa…