Che favola stai vivendo?

È stata un’estate transazionale, impegnata a osservare le trame dei giochi sociali in cui consapevolmente o meno mi sono infilata, a studiare i ruoli, a capire le regole per poi distruggere tutto, come un mandala di sabbia. Certi giochi in fondo non vale proprio la pena di giocarli, mi perdoni Berne, ma la posta in…

Il tempo del sogno

Li riconosci in fretta i sognatori. Nemmeno il tempo di sedersi dall’altro lato della scrivania e subito affiorano frammenti di sogni cullati sotto il cuscino, nelle notti insonni, con la luna piena che pulsa nel cielo, durante i tragitti in treno con le cuffie conficcate nelle orecchie, al di là di un esame di maturità,…

Paradiso Perduto

Il mondo era tutto davanti a loro per scegliere il loro posto o per riposarvi, e la Provvidenza la loro guida. Tenendosi per mano, con passi erranti e lenti attraverso l’Eden presero la loro via solitaria. John Milton, Paradiso Perduto C’era una volta un giardino bellissimo. Oppure era un città, una nazione, un’epoca remota, la…

Il tuo marchio

Qual’è il tuo marchio? L’inquisizione ci ha trasmesso l’inaudita idea che le presunte streghe avessero un marchio del diavolo che permettesse di riconoscerle. Gli inquisitori- in realtà chi per loro- passavano molto tempo a cercare un segno sul corpo della vittima, un neo, una macchia sulla pelle, un segno nelle pupille, un difetto fisico di…

Liberatevi dall’amore romantico

Ma i principi azzurri sono belli perché sono principi e tutti li vedono belli, o sono belli davvero? Stesso discorso con le principesse, non quelle che lo diventano dopo un matrimonio che le conferisce il titolo, ma le principesse per nascita, quelle ricche, presuntuose e saccenti, capricciose ed eclettiche come dentro ogni stereotipo sulle principesse…

Dentro le nebbie dentro le ombre

In una mattinata qualsiasi di novembre ho aperto il portoncino di casa per scoprire che fuori non esisteva più nulla. Casa mia, le auto parcheggiate, la piazzetta, gli alberi lunghi, tutto era stato inghiottito dalle nebbie che hanno invaso silenziosamente il paese. Non si sa come sono arrivate, forse si sono date il cambio con…

Narcisi fuori stagione

E’ piovuto tantissimo, non è tempo di fiori. Eppure i germogli risalgono dai loro sarcofagi a cercare la luce, soffocati dalla terra che è diventata fango, poltiglia non maneggiabile. Tornate a dormire, non è la vostra stagione. E’ novembre, il mese desolato dei morti, dei crisantemi e delle bacche, dei funghi che spuntano ovunque, per…

La cena dei morti

Tirate fuori la tovaglia ricamata, che l’ultimo di ottobre è arrivato e bisogna preparare la cena dei morti. A pensarci bene, la tovaglia era di nonna che l’ha avuta da sua nonna. O forse era della nonna di qualcun’altro, perchè l’avete comprata a un mercatino delle pulci. Non ha importanza. Sulla tavola piatti che brillano…

Babilonia

Babilonia è la destinazione imprevista. Il sentiero nel bosco si è interrotto, le chiome degli alberi hanno svelato i bagliori di una città scarlatta dove si parlano mille lingue e si adorano mille dei. Mura altissime proteggono segreti di sabbia e basalto. Il signore degli spiriti di Babilonia ha volto di leone pietrificato. Paura di…

Le prime mele

Le prime mele svettano sugli alberi che ho sotterrato nella terra nera, qualche anno fa. Le prime mele non ho il coraggio di raccoglierle. Sono figlie di una maternità agricola che mi spaventa. Un mistero così grande. Nel silenzio della campagna, oltre i confini del visibile, si alza un urlo straziante, un coro di voci…